Cinghiale al Sugo

Cinghiale al Sugo

 

 

INGREDIENTI per la Marinatura

Un Litro di Vino Rosso – Una Carota – Una  Costa di Sedano – Una Cipolla – Uno Spicchio d’Aglio – Salvia q.b. – Timo q.b..

 

INGREDIENTI per il Cinghiale

1 Kg di Cinghiale – 1/2 Carota – 1/2 Costa di sedano – 1/2 Cipolla – due litri di Passata di Pomodoro – Mezzo bicchiere di Vino Nero – Olio Extravergine d’Oliva – Sale – Pepe – Zenzero in Polvere.

In una terrina mettere il cinghiale tagliato a pezzi, la carota tagliata grossolane , il sedano a pezzi , la cipolla tagliata in quattro, l’aglio schiacciato, il timo e la salvia, aggiungete il vino fino a coprire e lasciare la polpa di cinghiale a marinare per 24 ore, di tanto in tanto girate i pezzi di cinghiale. Trascorso tale tempo, in una padella mettete l’olio, e un trito di carote, sedano e cipolla, fate rosolare e aggiungete il cinghiale. Fate rosolare una decina di minuti circa, aggiustate di sale, pepe nero, zenzero e irrorate con un bicchierino di vino rosso, fate sfumare e aggiungete la passata di pomodoro. Fate cuocere per circa un’ora e mezza due, con il coperchio di tanto in tanto girate. Impiattate e servite

 

Fernando Pozzan ha detto:

Vedi credo che la mia passione per i buoni piatti sia nata da mia madre, una cuoca degl'anni 40/50/60 nella osteria del nonno …facevano la fila per prenotare…e io logicamente mangiavo da dio..ahahah

Fabio Del Buono ha detto:

allora onore a tua Mamma 😉 Fernando 🙂 la roba buona la capisci ahhahaha 🙂

Fernando Pozzan ha detto:

Fabio …ti rubo un po di tempo ….con cosa lo abbini questo piatto, e per il vino, rosso logicamente ma….
Che meraviglia di piatto….Io quando vado in certi locali dove si mangia bene, li faccio diventare matti perche per me quando si mangia bene e una festa…

Fabio Del Buono ha detto:

Tranquillo Fernando, logicamente come pasta lo abbinerei con i bucatini, come vino rosso naturalmente per me un vino Calabrese il Cirò 😉
Sono d’accordo con te, quando dici che il cibo buono porta una festa 😉

Stefania ha detto:

Bravo Fabio, vedo che usi vino “pulito” per irrorare la carne…molti usano il vino della marinata, per me è sbagliato, rimane tutto l’afrore del selvatico.
Ho un freezer pieno di cinghiale, anche una coscia intera, visto il tempaccio mi devo decidere a cucinarlo. Un vecchio cacciatore buongustaio di qui mi ha detto di provare a lasciarlo prima 12 ore ne latte, scolarlo, metterlo al fuoco senza condimento per far dare il liquido e poi fare la marinata come dici tu…non ho il coraggio di provare.

Fabio Del Buono ha detto:

Grazie Stefania, si infatti il vino della marinatura io lo butto…. infatti se viene usato per sfumare la carne si sente il gusto dell’afrore selvatico, quindi tutta la procedura nn servirebbe. Si anche con il latte, ma io nn l’ho mai fatto. Anche un mio amico cacciatore, lui lo fa bollire per 2 ore con della grappa dentro e poi lo cucina….. Tutte i consigli dei Cacciatori di cinghiale sn tutti bene accetti 😉